River (river__) wrote in 100timesaurors,
River
river__
100timesaurors

030. Morte

Titolo: Last Breath
Prompt: 030. Morte
Rating: PG13
Genere: Drammatico, Triste
Warning: Death fic

LAST BREATH

Lacrime, solo lacrime e cenere.
La vista offuscata non cela del tutto il tetro scenario davanti ai miei occhi, le case in fiamme, la fuligine e le desolazione regnano sovrane.
Tutto intorno a noi le urla di donne, i pianti dei bambini, sono come echi di una disperazione che si diffonde nell'aria.
La battaglia ha imperversato in questo luogo di morte. Tutti abbiamo combattuto e le fiamme che ancora divampano in diversi punti rischiarano questa maledetta notte.
E io non riesco a fare nulla. Solo rimanere qui accasciata a terra, a piangere.
Perchè in un solo gesto sono stata liberata e imprigionata.
Perchè in un solo gesto sono rinata e morta.
Perchè in un solo gesto mi è stato ridonato tutto e rubata l'unica persona che avrebbe dato ad ogni cosa un significato.
E mi sento svuotata.
Svuotata di ogni energia.
Svuotata dalla vita.
Quella vita che tu rappresentavi, quella vita che tu hai saputo trasformare e rendere migliore solo con la tua presenza.
I tuoi sorrisi, i tuoi abbracci, a volte anche le tue urla ed i tuoi sfoghi.
Tutto è svanito.
E ora...lo so che nulla più potrà riportarti da me.
Ed è per questo che piango. Piango le mie ultime lacrime, che nere come la pece scendono dai miei occhi.
Solcano quelle guance che così spesso hai baciato dolcemente, morendo anche loro sulle mie labbra che per l'ultima volta si chinano a rubarti un bacio disperato e triste.
E quando mi rialzo vedo il mondo attraverso quelle lacrime, questo mondo ormai distrutto ma finalmente libero, libero da quel mostro che ha distrutto così tanto, e che anche nel momento della resa ha compiuto il suo ultimo omicidio. Lo scopo della sua vita. Lo scopo della tua. Tutto si è compiuto nello stesso attimo.
Ed ora quando tutto è finito e avremmo potuto finalmente essere felici, finalmente costruire la vita che tanto avevamo sperato, mi ritrovo invece con mani tremanti a sfilare questa fredda lama dal suo fodero.
Perchè lo sai amore? Ti ho mentito, ho mentito quando ho promesso, davanti a te, davanti a tutti, davanti a Dio, che ti avrei amato finchè morte non ci separi.
Ti ho mentito guardandoti negli occhi, ti ho mentito dicendoti che sarei stata forte, perchè ora che la nera signora ti ha strappato da me, ora che si è frapposta tra noi: io ti amo ancora.
Ed è per questo che non ti lascerò solo nemmeno adesso.
Ti accarezzo una guancia. E' così fredda...ma tu sembri solo dormire, un sonno calmo, così diverso da quelli che hanno popolato le tue notti.
Le notti in cui gli incubi di una vita tornavano a tormentarci, le notti in cui restavamo abbracciati per riuscire a riprendere quel sonno disturbato dall'ombra oscura di un volto così malvagio da non poterlo scordare mai.
Il sangue impregna le mie mani, rosso e denso copre il pallore della mia pelle, ed io non so più di chi sia.
Il tuo.
Il mio.
Ma non ha importanza. Nulla ha importanza.
Nemmeno le urla disperate di chi cerca di fermarmi.
Ron...lo sento urlare di fermarmi, di non farlo, che tu non avresti voluto. E so che dice la verità. Ma sono troppo debole amore. Troppo per affrontare tutta questa nuova vita senza di te.
Ginny...piange anche lei ora, per te che non ha mai smesso d'amore, per me che ha saputo perdonare per averle strappato il suo unico amore. Perchè sa benissimo che nulla riuscirà a fermarmi dal compiere tutto questo.
Le mani mi tremano, quando alzo il pugnale, ma non ho paura, perchè so che tra un attimo tutto sarà finito. E staremo nuovamente insieme.
Mi guardo alle spalle, due flebili parole sussurrate, solo due misere parole rivolte a tutti coloro che stiamo lasciando indietro.
"Buona fortuna"
La lama fende l'aria in un sibilo e la consapevolezza del dolore mi pervade il corpo.
Ora so di certo che il sangue di entrambi macchia questo maledetto terreno, testimone di una liberazione e una pace raggiunta con la morte e il sacrificio di molti.
E sono felice.
Felice per chiunque resterà qui.
E sarà libero d'essere se stesso
Perchè tu amore hai regalato al mondo questa possibilità.
E io sono fiera di te.
Ti abbraccio ignorando la debolezza che si sta impossessando del mio corpo.
"Aspettami"
Chiudo gli occhi e già ti vedo in lontananza.
Mi attendi.
E finalmente siamo di nuovo insieme.
Tags: 030. morte
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    default userpic
    When you submit the form an invisible reCAPTCHA check will be performed.
    You must follow the Privacy Policy and Google Terms of use.
  • 0 comments